Angoscia

di Sonny Mallhi

Ryan Simpkins (Tess)
Annika Marks (Jessica)
Karina Logue (Sarah)
Amberley Gridley (Lucy)
Cliff Chamberlain (Robert)
Ryan O'Nan (Padre Meyers)

Anno: 2015

Trama

Dopo aver discusso con la madre Sarah, Lucy scende dall’auto quando non dovrebbe e viene investita da un’auto che la uccide. Nel frattempo in paese si trasferisce l’adolescente Tess con la madre. Tess soffre di depressione e il fatto di essersi trasferiti sembra non esserle d’aiuto. Comincia ad avere visioni e allucinazioni e qualcosa la spinge a credere che Lucy si stia mettendo in qualche modo in contatto con lei. Jessica, la madre, la ama oltre ogni cosa e cerca in tutti i modi di farla guarire dal suo male interiore.


CinePaura pensa che...

Solitamente un film d’autore è caratterizzato da un ritmo lento ma non significa che ogni film da ritmo lento sia considerato un film d’autore. Ecco, Angoscia è proprio questo: un film lento mascherato da film d’autore ma che di affascinante ha davvero ben poco. Sembra abbastanza chiaro che il modello a cui si ispira è il neo classico Babadook, non tanto per i contenuti ma per lo stile nonostante sia presente il rapporto madre (anzi, madri) e figli. Vorrebbe mischiare una ghost-story e possessione con la piaga dei disturbi della psiche per costruire un horror psicologico da manuale ma è troppo debole sotto entrambi i punti di vista. Si apprezza il tentativo ma l’unica cosa che riesce davvero a fare è avvolgere lo spettatore in un catatonico stato di noia.

Frase del film 

“Se tua zia avesse i baffi sarebbe tuo zio”


Forse non sapevate che

Il numero di telefono di padre Meyer è 312 774 0974 e al momento è quello di un servizio di escort di Chicago


A cura di Andrea Costantini