La babysitter

di McG

Judah Lewis (Cole)
Samara Weaving (Bee)
Bella Thorne (Allison)
Robbie Amell (Max)
Hana Mae Lee (Sonya)
Emily Alyn Lind (Melanie)

Anno: 2017

Trama

Cole è un ragazzino di dodici anni pieno di timori. A scuola viene bullizzato di continuo e, a casa, i genitori apprensivi non aiutano. Meno male che c’è Bee, la sua babysitter, una bomba sexy che lo sostiene, gioca con lui, gli da utili consigli di vita e della quale è innamorato. Quando Melanie, l’amichetta di Cole, gli chiede se Bee faccia le orge quando lui è a dormire, al ragazzino viene la pessima idea di spiarla. Al piano di sotto, Bee sta organizzando una specie di festino con alcuni amici ma la serata prende una piega pericolosa e Cole si ritrova in un mare di guai.


CinePaura pensa che...

Improbabile commedia che si trasforma in ancora più improbabile slasher. Ma la sua improbabilità e la sua leggerezza sono il punto di forza del film. Il regista McG non ha la minima voglia di prendersi sul serio e questo si vede in ogni singola scena. Una storia semplice ma che funziona. Senza ombra di dubbio, la miglior cosa del film è la protagonista Samara Weaving, carismatica e sensuale, soprattutto in un bacio saffico che turberà gli animi di molti maschietti. Veloce e divertente.

Frase del film 

“Sul serio, sei mai rimasto sveglio dopo che ti ha messo a letto? Resta sveglio e vedrai”


Forse non sapevate che

La pellicola è stata distribuita su Netflix a partire dal 13 ottobre 2017

Lo script del film è del 2014 ed è rimasto da allora nella black list delle migliori sceneggiature non prodotte

Il film che Bee e Cole guardano in giardino e che conoscono a memoria è Billy Jack del 1971

Spesso Cole fa riferimento al codice della polizia 10-53 ma in realtà è il codice per segnalare una strada interrotta


A cura di Andrea Costantini