Imprint - Sulle tracce del terrore

di Takashi Miike

Youki Kudoh (la prostituta)
Michie Itô (Komomo)
Toshie Negishi (anziana signora)
Billy Drago (Christopher)
Miyuki Konno (donna defunta)
Hōka Kinoshita (padre)

Anno: 2006


Trama

Nel Giappone dell’ 800, il giornalista Christopher è alla ricerca dell’amata Komomo, una ragazza incontrata anni addietro di cui si è follemente innamorato. Le sue ricerche lo portano su un’isola maledetta, piena di degrado, prostituzione e chissà cos'altro. Qui passa la notte in un bordello dove incontra una donna, una prostituta dal volto sfigurato che dice di aver conosciuto Komomo in passato. Solo che la sua amata è morta e la prostituta gli racconta la sua tragica fine.




CinePaura pensa che...

Senza ombra di dubbio il miglior episodio della prima stagione di Masters of Horror e anche il più esagerato. Chi conosce il maestro dell’estremo,Takashi Miike, sa che nei suoi film può accadere di tutto. In questo Imprint a pagarne le conseguenze sono le donne e feti, maltrattati senza pietà. La scena della tortura di Komomo è insostenibile, anche per gli stomaci più forti ma il vero colpo al cuore sono i piccoli feti gettati nel fiume come stracci. Eccessivo, violentissimo ma sicuramente l’episodio meglio riuscito.

Frase del film 

“Quest’isola non appartiene al mondo degli umani. È abitata solo da demoni e puttane”


Forse non sapevate che

È l’ultimo episodio della serie televisiva Masters of Horror, creata da Mick Garris

Shimako Iwai è la scrittrice della storia e nel film interpreta la sadica torturatrice


A cura di Andrea Costantini