Cabal


di Clive Barker

Craig Sheffer (Aaron Boone)
Anne Bobby (Lori Desinger)
David Cronenberg (Dr. Philip K. Decker)
Charles Haid (capitano Eigerman)
Hugh Quarshie (detective Joyce)
Hugh Ross (Narcisse)

Anno: 1990

Trama

Aaron Boone è tormentato da incubi popolati da mostri che vivono in una città sotterranea chiamata Midian. Boon crede che non siano soltanto incubi e che Midian esista davvero. Racconta degli incubi al suo psichiatra che cerca di convincerlo che sono tutte sciocchezze e che i suoi sogni siano un modo per fargli capire che è un assassino. Infatti, nella zona, un pazzo mascherato stermina famiglie intere e Boone è uno dei principali sospettati. Ma Midian esiste davvero e Boon farà di tutto per trovarla, perché in fondo è sempre stato uno di loro.


CinePaura pensa che...

Clive Barker non è soltanto uno dei più amati scrittori horror ma anche un valido regista che la sa lunga sui mostri. Infatti nella sua filmografia sono presenti due classici con protagonisti creature terrificanti. Uno è l’insuperabile Hellraiser, l’altro è Cabal, un horror profondo che ribalta i ruoli. Ci si domanda: chi sono i cattivi veri? I mostri orripilanti che vivono nel sottosuolo oppure gli umani, quelli che ci dovrebbero aiutare e proteggere? Oltre a questo, Cabal è anche una delle migliori lezioni di make-up che il cinema horror abbia mai avuto. Una sfilza infinita di mostri sfilano sullo schermo, uno più bello dell’altro. Un gioiellino del genere, con i suoi difetti ma che ogni amante dell’horror dovrebbe aver visto almeno una volta nella vita.

Frase del film 

Voi ci invidiate. E ciò che invidiate, lo distruggete”

Forse non sapevate che

Il personaggio di David Cronenberg si chiama Philip K. Decker, in onore dell’autore di fantascienza Philip K. Dick

Nella Bibbia, Midian è il luogo in cui ha vissuto Mosè in esilio per quarant’anni

La versione originale durava 145 minuti, tagliata poi 102 minuti

A cura di Andrea Costantini