Madre!

di Darren Aronofsky

Jennifer Lawrence (Madre)
Javier Bardem (poeta)
Ed Harris (medico)
Michelle Pfeiffer (moglie del medico)
Domhnall Gleeson (figlio maggiore)
Brian Gleeson (figlio minore)

Anno: 2017

Trama

Un coppia vive in una grossa casa sperduta nel nulla. Lui è un famoso poeta con il blocco dello scrittore, lei invece si dedica a ricostruire la casa, distrutta in un incendio qualche tempo prima. Lei lo ama più di sé stessa ma lui non fa altro che cercare di scrivere qualcosa. Poi arriva una visita, un uomo che si instaura in casa loro a cui fa seguito anche l’arrivo dell’irritante moglie. Il poeta sembra trarne ottimi spunti ma lei invece no, viene messa ancora di più in secondo piano e la sua ansia cresce di più. Quando arriveranno anche i figli della coppia, la situazione peggiorerà ulteriormente fino a trasformarsi in un inferno.


CinePaura pensa che...

Che il buon Aronofsky non fosse un autore per tutti lo avevamo capito dai tempi Requiem for a Dream e π – Il teorema del delirio ma mai ci saremmo aspettati qualcosa come Madre! Una donna che ama il marito alla follia ma il marito è innamorato soltanto del suo amore per lui. E cosa c’è di esagerato in una storia del genere? La risposta è tutto. Aronofsky prende l’esagerazione e la esaspera. È il suo non plus ultra. Ci mette dentro tutta la follia, l’irritazione, l’ansia e costruisce un circo agghiacciante, spietato e assurdo per il cuore dello spettatore che rimane seduto inerme e confuso a farsi violentare dalla potenza della sua alienazione. Un film nato per dividere e mai è stata così netta la linea di divisione tra chi lo ama e chi lo metterebbe al rogo. Nel bene o nel male, Madre lascerà una cicatrice profonda nella storia del cinema. Jennifer Lawrence in stato di grazia.

Frase del film 

“È uno sconosciuto, vogliamo farlo dormire in casa nostra?”


Forse non sapevate che

Il film è stato accolto con fischi alla mostra internazionale del cinema di Venezia

Durante le riprese di una scena intensa, Jennifer Lawrence è andata in iperventilazione e si è rotta una costola

Jennifer Lawrence e Darren Aronofsky si sono fidanzati durante le riprese del film

I due protagonisti sono entrambi premi Oscar. Jennifer Lawrence ha vinto l’ambito premio nel 2013 per Il lato positivo mentre Bardem nel 2008 per il suo impeccabile Anton Chigurh di Non è un paese per vecchi

Michelle Pfeiffer ha ammesso di non aver capito la sceneggiatura dopo averla letta ma ha preso comunque parte al film perché era eccitata dal suo personaggio

I due fratelli del film sono fratelli anche nella realtà

Il titolo iniziale era Day 6

Jennifer Lawrence è scalza per tutto il film. Questo per enfatizzare la connessione tra lei e la casa

Il regista ha spiegato che il punto esclamativo nel titolo è per via degli ultimi trenta minuti di film

Uno dei film che ha ispirato Aronosfky è stato L’angelo sterminatore (1962) di Luis Bunuel

A cura di Andrea Costantini