Leatherface

di Alexandre Bustillo e Julien Maury

Stephen Dorff (sceriffo Hal Hartman)
Lili Taylor (Verna Sawyer)
Sam Strike (Jackson)
Vanessa Grasse (Lizzy)
Finn Jones (agente Sorrells)
Jessica Madsen (Clarice)

Anno: 2017

Trama

1955. Il piccolo Ged Sawyer riceve in regalo per il compleanno una motosega dalla famiglia con cui è invitato a fare a pezzi un ladro appena entrato in casa. Ma non è l’unico caso in cui la famiglia Sawyer è coinvolta in omicidi. Anche la figlia dello sceriffo viene trovata morta nella loro proprietà e il padre, inferocito, sottrae la custodia del piccolo Ged alla famiglia e lo rinchiude in una casa di cura. Dieci anni dopo durante una rivolta nell’istituto alcuni detenuti, tra cui Ged, riescono a fuggire prendendo in ostaggio la giovane infermiera Lizzy. Il gruppo si lascia alle spalle una scia di sangue e violenza e Ged cercherà di proteggere Lizzy di cui si è invaghito. Lo sceriffo intanto è sulle loro tracce.



CinePaura pensa che...

Continua all’infinito una delle saghe horror più amate di sempre. Questo nuovo Leatherface (l’ottavo capitolo) si piazza all’inizio di tutto, quando il nostro antieroe Faccia di Cuoio era solo un cucciolo. È un film diverso dagli altri capitoli, il marchio di fabbrica che i fans hanno amato nel corso della saga qui non c’è più ed è una cosa più che positiva. È un crime movie efferato, con personaggi fastidiosi e cattivi. Ma ci sono due punti negativi: manca la follia di base che caratterizza la famiglia Sawyer e l’evoluzione del personaggio a livello di “Leatherface come lo conosciamo noi” non è giustificata. A parte questo, niente male.

Frase del film 

“Va tutto bene Ged, la famiglia ti sarà sempre vicina”


Forse non sapevate che

Si tratta dell'ottavo film della saga Non aprite quella porta e prequel dell'omonimo film del 1974.

L’inquadratura del sedere della ragazza che cammina verso la casa dei Sawyer è una citazione del primo capitolo di Hooper ed è un immancabile cliché presente in quasi tutti i film

I registi Maury e Bustillo non sono certo nuovi al genere. Loro sono l’eccessivo A l’interieur e Livide


A cura di Andrea Costantini