La Mummia

di Alex Kurtzman

Tom Cruise (Nick Morton)
Sofia Boutella (Ahmanet)
Annabelle Wallis (Jenny Halsey)
Russell Crowe (Dr. Henry Jekyll)
Jake Johnson (caporale Vail)
Courtney B. Vance (colonnello Greenway)

Anno: 2017

Trama

Iraq. Nick Morton e Chris Vail sono due militari con un particolare occhio di riguardo per i tesori antichi. Durante un bombardamento aereo in cui sono coinvolti, una voragine enorme si apre nel sottosuolo. Con l’aiuto dell’archeologa Jenny Halsey scoprono all’interno del buco una tomba immersa nel mercurio. Si tratta della prigione della principessa Ahmanet dell’antico Egitto che aveva venduto la propria anima a Seth per ottenere il potere e il trono. Il sarcofago viene trasportato a Londra ma la principessa si risveglia, sempre più potente e assetata di potere.


CinePaura pensa che...

Il primo film della Dark Universe è una miscela di almeno tre generi mescolati insieme. È un action movie in cui le scene d’azione sono ben orchestrate con l’esagerazione che solo gli americani sanno avere (vedi l’incidente aereo). È una commedia, forse la parte più debole del film in cui le battute sdrammatizzanti non trovano la giusta collocazione nell’insieme. Infine è anche un horror dove ci sono mostri che vanno oltre il classico fantasy d’azione. La Mummia è tutto questo ma funziona a tratti, zoppica. Ci si diverte, gli effetti speciali sono spettacolari ma gli manca qualcosa per elevarsi a blockbuster con le palle. Sofia Boutella è la parte migliore del film. Bellissima, elegante, felina.

Frase del film 

“A volte ci vuole un mostro per combattere un mostro”


Forse non sapevate che

Il progetto Dark Universe è un’emulazione della Marvel dove, invece dei supereroi, sono i mostri più classici ad essere tirati in mezzo. La Mummia è il primo lavoro del progetto, con Russell Crowe nel ruolo del Dottor Jeckyll in un ruolo simile al marvelliano Nick Fury. Nei lavori futuri arriveranno Dracula, L’uomo lupo, Frankestein e altri

È costato 125 milioni di dollari e, a livello mondiale ne ha incassati quasi 300

Il film è stato accolto negativamente dalla critica; sul sito Rotten Tomatoes la pellicola riceve il 16% delle recensioni professionali positive

La scena dell’aereo senza gravità è stata girata 64 volte


A cura di Andrea Costantini