Case 39

di Christian Alvart

Renée Zellweger (Emily Jenkins)
Jodelle Ferland (Lillith Sullivan)
Ian McShane (Detective Mike Barron)
Bradley Cooper (Douglas "Doug" J. Ames)
Kerry O'Malley (Margaret Sullivan)
Callum Keith Rennie (Edward Sullivan)

Anno: 2009


Trama

Emily è un’assistente sociale sovraccarica alla quale viene affidato un ulteriore caso. Si tratta della piccola Lilith, maltrattata dai genitori. Una sera, dopo una telefonata particolarmente preoccupante da parte di Lilith, l’assistente corre a casa sua e la trova richiusa nel forno dai genitori. Emily ha preso così tanto a cuore il caso che prende in affidamento la piccola. Come prevedibile però Lilith nasconde dei segreti e le persone intorno a Emily cominciano a morire.


CinePaura pensa che...

Di film con bambini demoniaci ne abbiamo visti a bizzeffe. Alcuni indimenticabili, altri invece del tutto insignificanti. La luciferina Jodelle Ferland di Case 39 si piazza senza infamia ne lode nel mezzo con una notevole impersonalità. Non ci sono picchi di tensione, momenti memorabili e la storia non brilla certo per innovazione ma il cast funziona e anche lo sviluppo, seppur prevedibile sin dalla prima scena, riesce comunque a non far cambiare canale allo spettatore svaccato sulla poltrona.

Frase del film 

Che cosa vuole? Sapere quale sia la tua idea di inferno e fartela vivere”


Forse non sapevate che

Chloë Grace Moretz e Isabelle Fuhrman furono considerate per il ruolo di Lilith

Il titolo si riferisce al numero di casi che Renée Zellweger sta seguendo nel film. Ne segue trentotto e Lilith è il trentanovesimo


A cura di Andrea Costantini