Captivity

di Roland Joffè

Elisha Cuthbert (Jennifer Tree)
Daniel Gillies (Gary Dexter)
Pruitt Taylor Vince (Ben Dexter)
Michael Harney (Detective Bettiger)
Laz Alonso (Detective Di Santos)
Carl Paoli (prima vittima)

Anno: 2007


Trama

Jennifer è una modella, bellissima, ben pagata ma senza amici. Durante una serata di beneficenza in discoteca, qualcuno le versa una droga nel cocktail. Quando si risveglia, si ritrova in una cantina piena di trappole. Qualcuno l’ha rapita e si sta divertendo a torturarla fisicamente e psicologicamente. Quando sembra ormai aver perso le speranze, si accorge di non essere sola. C’è anche Gary, un altro prigioniero rinchiuso nel seminterrato insieme a lei.


CinePaura pensa che...

Sulla falsariga di Hostel e Saw, un torture porn con protagonista la bellissima Elisha Cuthbert. Il livello di qualità è tutt’altro rispetto ai film di Roth e Wan. In senso negativo. Qui tutto è senza un briciolo di senso. Lei sviene di continuo, ci sono errori grossolani (la gonna che cambia da un’inquadratura all’altra, chi gira il filmino con protagonista la madre?). Per non parlare della prigione, edificio fatiscente ipertecnologico credibile come una moneta da tre euro. Anche i livelli di splatter non sono all’altezza. Diciamo che si arriva fino alla fine solo perché la Cuthbert continua a cambiare vestiti.

Frase del film 

“Perché le cose brutte succedono sempre alle persone più buone? È questo il mistero”


Forse non sapevate che

Il film è stato girato in Russia

La maggior parte delle critiche ricevute sono negative


A cura di Andrea Costantini