Homecoming - Candidato maledetto

di Joe Dante

Jon Tenney (David Murch)
Thea Gill (Jane Cleaver)
Wanda Cannon (Kathy Hobart)
Terry David Mulligan (Marty Clark)
Robert Picardo (Kurt Rand)
Beverley Breuer (Janet Hofstadter)

Anno: 2005


Trama

Durante la campagna elettorale per la rielezione del Presidente degli Stati Uniti, David Murch, uno dei suoi stretti collaboratori, dice in un talk show che se suoi fratello morto in Vietnam potesse tornare in vita, sarebbe orgoglioso di aver servito il paese e di essere morto per esso. In seguito a questa dichiarazione, per qualche strano motivo, tutti i soldati morti in Iraq ritornano in vita sotto forma di zombi con un unico scopo: votare alle elezioni contro il Presidente in carica.


CinePaura pensa che...

Un plot del genere era pericoloso ed era facilmente traviabile in fantapolitica sconclusionata e invece in mano al bravo Joe Dante ne è uscito uno dei migliori episodi della prima stagione di  Masters of Horror. Oltremodo coraggioso per argomenti trattati (guerra, soldati morti, manipolazione delle elezioni, potere dei media), riesce in tutti i suoi intenti: è ironico, è intelligente ed è uno zombi movie a tutti gli effetti dove gli zombi non sono i cattivi. Riesce anche nell’intento di colpire al cuore, come nella scena toccante del soldato nel ristorante. Da vedere.

Frase del film 

“I morti volevano votare ma non volevano votare per noi”



Forse non sapevate che

Nel cimitero della scena finale si vede una lapide con scritto George A. Romero

A cura di Andrea Costantini