1997: Fuga da New York


 di John Carpenter

Kurt Russell (Jena Plissken)
Lee Van Cleef (commissario Bob Hauk)
Ernest Borgnine (tassista)
Donald Pleasence (presidente degli Stati Uniti)
Isaac Hayes (il Duca)
Frank Doubleday (Romero)

Anno: 1981

Trama

1997. La città di New York è diventata un carcere di massima sicurezza in cui sono rinchiusi i peggiori criminali. Durante un attentato, l’aereo presidenziale precipita e il Presidente degli Stati Uniti viene preso in ostaggio proprio all’interno della città. Dopo vari tentativi di salvare la vita al presidente, viene inviato all’interno del carcere il condannato a morte Jena Plissken, il quale ha a disposizione solo ventiquattro ore di tempo per trovare il presidente altrimenti delle micro cariche iniettate nel suo corpo esploderanno e lo uccideranno.


     
      
CinePaura pensa che...

Forse il film che ha lanciato nel mondo il genere fanta-urban post-apocalittico  in cui in un futuro distopico, distrutto dalla terza guerra mondiale, personaggi  che più cult non si può si muovono in città senza regole governate da despoti. Un western urbano, fatto di cupe location notturne in una  New York spettrale e un protagonista assoluto, diventato nel giro di qualche anno un’icona del cinema action. Jena Plissken, con i suoi modi rozzi e la benda sull’occhio. Un must per gli appassionati del regista e del cinema fantapolitico.

Frase del film 

"Le regole sono semplici: una volta entrati, non si esce più”



Forse non sapevate che

Il personaggio di Kurt Russell in italiano si chiama Jena ma in originale è Snake. Ha anche un serpente tatuato sul corpo

Carpenter ne ha diretto un pallido sequel nel 1996, ambientato non più a New York ma a Los Angeles, intitolato appunto Fuga da Los Angeles

Il braccio destro del Duca si chiama Romero, proprio come il celebre regista

In origine il ruolo di Jena Plissken fu scritto da Carpenter per Clint Eastwood ma poi lo ritenne non adatto al ruolo e virò su Kurt Russel. I produttori Larry Franco e Debra Hill, invece, avrebbero preferito Tommy Lee Jones o Charles Bronson.

La città devastata è stata ricostruita in una zona industriale poco prima distrutta da un incendio

La colonna sonora, come spesso avviene nei suoi film, è stata scritta dallo stesso Carpenter

In un episodio de I Griffin, Stewie dice a Brian che può chiamarlo "Jena, Jena Griffin"

A cura di Andrea Costantini